Home > Notizie ed eventi > Comunicato stampa in occasione della Giornata Nazionale in memoria delle (...)

Comunicato stampa in occasione della Giornata Nazionale in memoria delle vittime della strada - Domenica 17 novembre 2019

15.11.2019

"Non dimenticare, ma soprattutto educare e prevenire". A questo si ispira la Giornata mondiale del ricordo delle vittime della strada, che quest’anno si celebra domenica 17 novembre.

Una giornata speciale (istituita ufficialmente in Italia con la Legge n. 227/2017) non solo per ricordare le persone decedute negli incidenti stradali, i feriti e le sofferenze dei loro familiari, ma anche per ringraziare tutti gli uomini impegnati nei servizi di emergenza e, soprattutto, per evidenziare che l’incidentalità stradale è principalmente un problema culturale.

Questo fondamentale concetto, per quanto ampiamente condiviso, non trova spesso riscontro nelle politiche intraprese per ridurre il numero di incidenti sulla strada. 

Un problema culturale presuppone infatti un’azione che riesca a modificare nel tempo il comportamento delle persone, che insegni loro a ragionare per raggiungere autonomamente la condivisione di regole del vivere civile, siano esse quelle della strada o di altro. 

Non sono, pertanto, sufficienti iniziative sporadiche ed estemporanee, ma occorre, invece, un’azione educativa costante che deve iniziare fin dalla più tenera età, somministrata come un vaccino attraverso l’unico mezzo possibile: la scuola. 

In tal senso per approfondire temi di sicurezza stradale, prevenzione incidenti, rispetto delle norme di sicurezza e mobilità sostenibile, a partire dal 2016 è stata creato il portale “Edustrada”, ossia la prima Piattaforma Nazionale sull’Educazione Stradale, quale iniziativa messa in campo dal MIUR, in collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT), la Polizia Stradale, ACI, Fondazione ANIA, Federazione Italiana Motociclisti, Federazione Ciclistica Italiana e l’Associazione Guarnieri.

Anche le iniziative intraprese dall’Automobile Club Sassari per la diffusione di una cultura della sicurezza stradale perseguono oramai da anni questa filosofia.

La sicurezza stradale e la riduzione degli incidenti stradali restano per l’ACI priorità fondamentali, che hanno portato l’Ente a realizzare diversi progetti in collaborazione con le istituzioni, allo scopo di promuovere la formazione dei giovani in materia di comportamento stradale e della sicurezza del traffico e della circolazione, ovvero per promuovere una mobilità sempre più responsabile, sicura e sostenibile, con attività di formazione di tutte le categorie degli utenti della strada.

L’Automobile Club Sassari, domenica 17 novembre, commemora la scomparsa di Claudia Mura, una giovane vittima della strada, al fine di far sentire la propria vicinanza ai suoi familiari e nel contempo nella convinzione che per arrivare al cuore oltre che alla mente delle persone sia necessario parlare non solo di statistiche ma anche di singole storie individuali.

In relazione all’educazione stradale, l’A.C. Sassari intende indire un concorso di idee, denominato “Siamo tutti attori della sicurezza stradale”, per ideare slogan (es. cartellone stradale gigante, video, adesivi, ecc.) all’insegna di strade più sicure e con più attenzione per pedoni e ciclisti. I ragazzi che verranno riconosciuti vincitori, in relazione alle varie tipologie di comunicazione proposte, verranno premiati nel corso di una manifestazione ufficiale alla presenza di alcuni rappresentanti delle Istituzioni.

Infine l’Automobile Club Sassari intende promuovere, a livello provinciale, la costituzione di un Tavolo istituzionale per individuare ogni misura utile per prevenire gli incidenti stradali con proposte concrete e per sensibilizzare ulteriormente gli utenti della strada sul rispetto delle regole di comportamento alla guida e del Codice della Strada.